Gli irripetibili anni '60. Un dialogo tra Roma e Milano

10 maggio > 31 luglio 2011 Ha aperto al pubblico il 10 maggio, presso gli spazi espositivi di Palazzo Cipolla, la mostra dal titolo Gli irripetibili anni ’60. Un dialogo tra Roma e Milano.

Attraverso oltre 170 opere, tra quadri e sculture, passando dalla tabula rasa del monocromo alla sperimentazione optical e cinetica, dal Nouveau Réalisme e alla Pop Art, la mostra restituisce l’immagine vitale e propositiva di quel periodo, quando Roma e Milano erano poli cruciali nella definizione di una nuova geografia italiana dell’arte che vede grandi maestri dell’epoca dialogare con le nuove generazioni. In mostra sono presenti opere di artisti quali Lucio Fontana, Alexander Calder, Gianni Colombo, Pietro Consagra, Piero Dorazio, Alighiero Boetti, Luciano Fabro, David Hockney, Yves Klein, Franz Kline, Piero Manzoni, Fausto Melotti, Man Ray, Mimmo Rotella, Mario Schifano, Günther Uecker e molti altri. Le opere provengono da prestigiose istituzioni tra le quali la Fondazione Marconi di Milano, la Fondazione Lucio Fontana di Milano, il MART di Trento e Rovereto, la Fondazione Piero Manzoni di Milano, la Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri di Città di Castello, The Berardo Collection di Lisbona, la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia, la Galleria Civica d’Arte Moderna di Spoleto e il MuseoThyssen-Bornemisza di Madrid.

Comunicato Stampa >>

Brochure della mostra >>