A Roma c’è “Sottosopra”, un museo di archeologia per bambini

Sottosopra! Un’esclamazione, un nome che non è stato scelto per caso. E’ stato deciso per rappresentare uno spazio didattico che sorge nel cuore pulsante di Roma, nel quartiere Testaccio. In questo luogo i bambini potranno scoprire l’archeologia, grazie tre esperti che lavorano gratis. E’ stato inaugurato lo scorso anno e creato dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo, con l’Area archeologica centrale di Roma ed Explora. I bambini dai 4 ai 10 anni potranno ammirare da vicino i reperti, scoprendo caratteristiche, colori e odori di un mondo che fino a oggi hanno potuto solo immaginare.

Un viaggio magico per bambini tra storie antiche

Con questo museo archeologico per bambini sarà possibile affrontare un viaggio tra gli antichi romani, conoscendo tradizioni, storia, fino a scoprire le dimore imperiali e angoli nascosti che parlano di epoche passate. I tre esperti che lavoreranno gratuitamente a stretto contatto con i bambini sono Renato Sebastiani, la moglie Alessia Contino (l’archeologa) e Alice Ancona (assistente tecnica). Nei week-end offrono le loro conoscenze ai bambini, così da stimolarli a scoprire curiosità antiche. Il progetto, pur avendo fondi limitati, continua a garantire questa formazione gratuita ai bambini, così da contribuire a far crescere la consapevolezza della comunità partendo dai più piccoli. Sebastiani, parlando con il Corriere, ha spiegato che il grande impegno è ripagato dalla soddisfazione nel vedere i bambini così attenti e curiosi, pronti a ricostruire e vivere storie del passato.

Viene proposta così, ai piccoli partecipanti, la possibilità di ricostruire anfore romane, mentre vengono allietati dai racconti dei tre esperti.

Sottosopra: fare volontariato per favorire la conoscenza dei bambini

Quella di Sottosopra è solo una delle tante iniziative di volontariato che si possono trovare sparse in tante regioni italiane. Non a caso l’iniziativa e i suoi tre esperti hanno deciso di avviare una catena di collaborazioni con una ventina di associazioni d’archeologia, tutte formate da appassionati volontari. Purtroppo però sono sempre più rari i riconoscimenti per queste persone e proprio per questo le nuove idee o le semplici adesioni scarseggiano.

Grazie al Museo nel quartiere Testaccio è possibile puntare sul coinvolgimento di numerose associazioni, al fine di valorizzare un patrimonio ricco come quello che troviamo a Roma. In questo modo partecipano i cittadini, le associazioni e ulteriori istituzioni che operano nella Capitale. Sottosopra è una piacevole parentesi che testimonia quanto sia importante la passione civile. Nella speranza che tutto questo impegno, soprattutto rivolto ai bambini, possa quindi essere premiato come merita.